martedì 18 marzo 2008

Repubblica e Corriere: giustizialismo unanime


In maniera quasi identica, i siti dei due principali quotidiani italiani il 18 marzo nel pubblicare la notizia dell'incidente stradale sul lungotevere stuzzicano gli istinti forcaioli dei lettori, come se la carcerazione preventiva non fosse prevista solo in particolari situazioni e come se la scarcerazione dell'automobilista fosse in qualche modo in relazione con il processo che ci dovrà essere.
Gli articoli (uno e due) non fugano l'equivoco.

UPDATE: anche Veltroni sembra aver già effettuato il processo.



UPDATE 2: Su Repubblica.it è uscito anche un video. Io capisco le esigenze di spettacolarizzazione, ma sembra che Vernarelli sia ripreso da un'altra persona e che quando toglie le mani dal volante la macchina sia ferma.

4 commenti:

noblogo ha detto...

Beh dopo che Ametovich è diventato oggetto di campagna elettorale bipartisan sulla fermezza etnicamente orientata, nonché destinatario di rapida e severa condanna, un poco di attenzione dei media ad altri pirati stradali ci sta pure.

In questo caso non fa notizia l'etnia ma il mostrificio youtube.

Invece è calato il silenzio sugli episodi di:
Milano, il trafficante di calciatori in Cayenne battente bandiera svizzera e quindi neurale rispetto al codice della strada,
di Aprilia e di Fiumicino, in cui le vittime sono rispettivamente una bimba Tunisina e cinque donne tra cui una madre e due ragazzine Romene.

gregorj ha detto...

oh, finalmente qualcuno che se n'è accorto... :D

Ed ha detto...

C'è un piccolo dettaglio: il tipo è parente di un graduato vigile al comune di Roma.
Ciò mi fa pensare che se non lo fosse.
forse adesso sarebbe al fresco.

Pensatoio ha detto...

Ottimre le tue segnalazioni
signor conte


Pensatoio